Insegnare ai bambini: attraverso gli occhi dell’insegnante.


L’insegnamento ai bambini può essere estremamente gratificante, qualsiasi insegnante ve lo può dire ma purtroppo non è sempre “a cup of tea”, a volte è immensamente stressante. Coloro che vorrebbero insegnare ai bambini devono essere consapevoli delle sfide e delle difficoltà che possono incontrare e prepararsi di conseguenza.

Insegnare ai bambini

Ecco alcune cose da considerare se volete davvero insegnare l’inglese ai bambini:

 Siete veramente adatti per questo lavoro?

Se volete insegnare ai bambini l’inglese perché pensate che sia facile, allora questo non è il lavoro per voi. L’insegnamento ai bambini richiede molta creatività ed energia. I bambini vi terranno sempre occupati! Vi stupiranno, vi sorprenderanno e talvolta vi faranno impazzire, ma non pensate che solo perché insegnate i colori, i numeri e gli animali, sarà una passeggiata. Sicuramente sarete esauriti dopo ogni lezione, ma fidatevi, ne vale la pena!

Un poco di preparazione fa la differenza

Non fate mai l’errore di entrare in una classe con poche idee, nessuna preparazione pensando di inventare una lezione al momento. La preparazione è essenziale! È vero, gli insegnanti esperti possono improvvisare un’intera lezione con solo una lavagna bianca e dei pennarelli, ma perché rischiare di avere una classe che si rivela essere un incubo? Potete programmare un’intera settimana di lezioni o addirittura un mese intero, ma assicuratevi di avere un “lesson plan” per ogni classe.

Sfruttare le “intelligenze multiple”

I giovani studenti ESL (inglese come seconda lingua) hanno punti di forza e di debolezza. Il modo migliore per sfruttare i loro punti di forza ed aiutarli ad imparare efficacemente è attraverso le loro “intelligenze multiple”, ad esempio: Spaziale, Logico-Matematica, Musicale, Corporeo-Cinestetica, Intra-Personale, Inter-Personale …

  • Per l’l’insegnamento dell’intelligenza musicale, usate una canzone, come “Rock Around the Clock”, per leggere l’orologio.
  • Per l’insegnamento dell’intelligenza corporeo-cinestetica, insegnate le parti del corpo con un gioco di “Simon Says”, o cantare “Head, shoulders, knees and toes.”
  • Per l’insegnamento dell’intelligenza spaziale, utilizzate mappe, grafici e tutti i tipi di aiuti visivi. Insegnare i diversi tipi di negozi e luoghi che si possono trovare in città con un grande gioco da tavolo simile ad una mappa, e farli “visitare” i diversi luoghi lanciando i dadi.

Non lasciate che si annoino

Se i bambini sono annoiati, non prestano attenzione e non impareranno. Sono in aula per imparare, non per giocare. Il vostro compito è quello di rendere ogni lezione attraente e divertente.

Ecco alcuni modi per farlo:

  • Una volta che i bambini sono seduti e concentrati su un compito per un po’, fateli alzare dai loro posti per fare un gioco più attivo. Non dovrebbero mai rimanere seduti per tutta la durata della lezione.
  • Utilizzate oggetti di vita reale in aula. Non importa quanto siano colorati o grandi, gli studenti, talvolta, si stancano ad imparare tutto attraverso i “flashcards”.

Diversificare

Le lezioni ESL possono includere il canto, la danza, il salto, nonché la scrittura, la lettura o l’ascolto. Le migliori lezioni ESL combinano il giusto mix di strategie di insegnamento.

Potete iniziare la lezione con una breve canzone, quindi passare ad un’attività di lettura. La regola da ricordare è quella di passare da un compito tranquillo ed indipendente a delle attività che richiedono azione e movimento.

Preparatevi ad affrontare i genitori

A differenza dell’insegnamento agli studenti adulti, quando si insegna ai bambini bisogna interagire anche con i loro genitori.
Questi devono essere informati su:

  • I vostri obiettivi
  • Gli obiettivi di apprendimento dei bambini
  • Il progresso dei loro bambini

Si raccomanda inoltre di incoraggiare i genitori a partecipare all’apprendimento inglese dei loro figli anche se non lo parlano. Cantate una canzone, fate un gioco divertente o addirittura ripassate una lezione.

Ricordatevi che non si tratta di un gioco semplice

Ogni gioco o attività che si propone deve avere un obiettivo specifico di apprendimento o un elemento ESL. Non bisogna entrare in classe con il solo intento di giocare semplicemente. I giochi ESL sono strategie di insegnamento efficaci quando viene utilizzato in pieno il loro potenziale.

Insegnare in un contesto

Le lezioni dovrebbero essere pianificate tenendo presente gli obiettivi di apprendimento. Il vocabolario, la grammatica ed il linguaggio devono essere insegnati in un contesto. Ad esempio, quando insegnate il cibo, la bevanda, dovrebbe essere all’interno di un contesto specifico come la colazione, il pranzo o la cena.

Tenerli motivati

 Quando i ragazzi crescono, alcuni giochi e attività ESL potrebbero non interessarli tanto quanto in passato. Scoprite cosa gli interessa. Che tipo di musica gli piace? Cosa gli piace leggere? Quali sport svolgono? Quali calciatori ammirano? Fargli scrivere domande per il loro calciatore preferito, sarà molto più interessante di scrivere delle frasi banali nel presente semplice.

Assicuratevi che l’apprendimento dell’inglese non sia un lavoro per loro, ma piuttosto un’esperienza positiva e costruttiva che ricorderanno per gli anni a venire. Assicuratevi che i ragazzi si divertano ad imparare ma più importante ancora, assicuratevi di divertirvi insegnandogli!

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *